Ti trovi in:

Home » Aree tematiche » Sociale » Iniziative e progetti » Aiuto e sostegno alla persona

Menu di navigazione

Aree tematiche

Aiuto e sostegno alla persona

di Mercoledì, 29 Giugno 2016
Immagine decorativa

Interventi di aiuto e sostegno alla persona e a nuclei familiari

Oltre agli interventi diretti svolti dal Servizio Sociale professionale, l’attività è costituita da una serie di interventi da attuarsi mediante trasferimenti economici o facilitazioni per accesso a servizi rivolte a nuclei familiari per i quali la carenza di risorse economiche possono costituire pregiudizio ad una normale vita sociale e di relazione.

Rispetto alle diverse tipologie di intervento previste si forniscono qui di seguito i dati quantitativi relativi al periodo fino ad oggi considerato.

  • Reddito di Garanzia: si ricorda che a partire dal primo ottobre 2009 in sostituzione al minimo vitale è subentrato il reddito di garanzia che segue un percorso basato sull’automatismo gestito direttamente a livello provinciale e un altro ad erogazione subordinata al vaglio preventivo dei servizi sociali; per quest’ultimo ne hanno beneficiato ad oggi  n. 1 nuclei per una spesa  di € 3.800,00;
  • Interventi straordinari "una tantum": ne hanno beneficiato n. 6 nuclei per una spesa di € 12.228,61;
  • Rimborso ticket sanitari per indigenti: ne hanno beneficiato n. 6 nuclei per una spesa impegnata  in bilancio di € 2.000,00;  la spesa per il rimborso alle strutture che hanno erogato le prestazioni sanitarie in favore degli indigenti non è stata ancora richiesta dalle strutture stesse.
  • Prestiti sull’onore di cui all’art.25 LP 14/91: il servizio è stato attivato in Val di Sole a partire dalla fine di luglio 2008 con  l’approvazione dello schema di convenzione per l’affido del servizio di erogazione dei prestiti sull’onore, previo espletamento procedura confronto concorrenziale, individuando,  nelle Casse Rurali dell’Alta e della Bassa Val di Sole gli istituti bancari di riferimento, avendo entrambi presentato il medesimo tasso d’interesse pari a IRS 5y meno 0,100%. Il compito di gestire l’istruttoria delle pratiche e il monitoraggio del servizio in collaborazione con le banche è stato affidato al funzionario incaricato Giuseppe Sartori che opera in sintonia con la progettualità sociale curata dal Servizio Sociale. Nel corso del periodo considerato non sono state presentate domande.
  • Anticipazione dell’Assegno di Mantenimento di cui all’art 28 LP 14/91: il servizio è operativo dal primo settembre 2008. L’attività a tutela dei minori e per la definizione di una progettualità d’intervento, previo tentativo di mediazione tra coniuge richiedente e obbligato, viene seguita in primis dal Servizio Sociale di zona avvalendosi, contestualmente, del supporto amministrativo garantito anche per questo nuovo intervento dal sig. Sartori. che segue per il settore sociale le pratiche  che fanno riferimento al sistema ICEF provinciale. Nel corso del periodo considerato sono in carico alla Comunità n. 1 beneficiaria di assegno di mantenimento, le cui quote mensili vengono regolarmente pagate e ammontano a tutt’oggi ad € 4.778,78.
  • Interventi specifici a favore di soggetti invalidi o affetti da particolari patologie; i contributi erogati a soggetti invalidi per l’effettuazione di cure climatiche o termali per le quali è stata presentata domanda € 412,20, come pure non sono stati erogati contributi ai datori di lavoro per l’acquisto e la fornitura di attrezzature speciali per favorire l’inserimento lavorativo di invalidi.

 

Rimborso spese trasporto, dialisi domiciliare o contributi per riscaldamento per dializzati e trapiantati,  rispetto ai soggetti affetti da nefropatia cronica sono stati rimborsati contributi per un numero di 16 persone,  per un importo liquidato fino al 30 giugno u.s. di € 4.401,82, su di un impegno di € 13.572,59. Va menzionato nell’ambito di questi interventi a favore di soggetti nefropatici il rinnovo, previo confronto concorrenziale nella trattativa privata, del contratto di appalto di durata triennale per il trasporto dializzati, a partire dal 1 aprile 2011, fino al 31 marzo 2013,  con il Consorzio CTA di Trento, che si avvale  per l’effettuazione del servizio della Ditta Tonale Viaggi di Vermiglio. L’importo di spesa per il 2011 è stato rideterminato in € 50.185,96.

  • rispetto ai soggetti affetti da displasia ectodermica e da fibrosi cistica si è effettuato un rimborso forfetario delle spese dell’importo complessivo di € 6.000,00;
  • a favore di persone che si prendono cura in casa di un familiare non autosufficiente l.p. 6/98 art. 8; alla data odierna hanno beneficiato del sussidio n. 10 persone alle quali sono stati concessi complessivamente contributi per € 81.743,71.
  • Art. 10 L.P. 6/98 (buon vicino) nel corso del periodo considerato non è stato stipulato alcun contratto professionale per l’affidamento dei compiti socio assistenziali a favore di privati.
  • Art. 23 L.P. 6/98 da segnalare la concessione di un sussidio per far fronte alle necessità connesse alla non autosufficienza, nell’ambito di un progetto articolato finalizzato a mantenere nel proprio ambiente di vita una persona disabile non autosufficiente, per un importo di € 10.637,00;
  • assegni per il nucleo familiare art. 65 L.448/98 dal 1.01.11 a tuttora (3 beneficiari per un importo di Euro 5.061,81) e di maternità art 66 L.448/98 dal 1.01.11 a tuttora (7 beneficiari per un importo di Euro 11.043,85) previsti dalla legge 448/98 e dalla deliberazione provinciale n. 787 del 12.04.2002 attuativa della competenza affidata agli enti gestori in materia socio assistenziale.

 

Assistenza Odontoiatrica Protesica ed Ortodontica

Nell’ambito delle prestazioni socio-assistenziali di carattere economico di cui alla L.P. 20/91 – interventi volti ad agevolare l’accesso a prestazioni di assistenza odontoiatrica protesica ed ortodontica, si interviene solo per completare i pagamenti relativi alle domande presentate prima del gennaio 2008, essendo da quella data cessata la delega attribuita.

Tali interventi si concretizzavano nella concessione di un contributo per l’applicazione di protesi dentarie mobili o per l’effettuazione di cure ortodontiche a soggetti appartenenti a determinate categorie e secondo condizioni prestabilite. Nello specifico avevano titolo alle prestazioni, previste dall’art. 1 della L.P. 20/91, i soggetti residenti nel territorio provinciale con 60 anni di età compiuti, necessitanti di protesi dentaria mobile; mentre le cure ortodontiche riguardavano minori, in età compresa tra i sei anni compiuti ed i sedici anni, non ancora compiuti dalla data di inizio della cura stessa.

 

REFERENTE AMMINISTRATIVO
rag. Giuseppe Sartori
Tel. 0463.90.10.29 - Fax. 0463.90.19.85
E-mail: giuseppe.sartori@comunitavalledisole.tn.it

 

ORARI E RICEVIMENTO

dal lunedì al giovedì
09.00 - 12.15 14.15 - 16.30

venerdì
09:00 - 12:15