Ti trovi in:

Home » La comunità » Comunicazione » In evidenza » SconfinaMente Cinema 2017: Ambienti e Cambiamenti

SconfinaMente Cinema 2017: Ambienti e Cambiamenti

di Lunedì, 06 Marzo 2017
Immagine decorativa

 SconfinataMente Cinema 2017 dal 10 marzo tutti i venerdì presso il cinema di Ossana

 

I cambiamenti climatici sono ormai sempre più evidenti, alle Maldive come in Val di Sole. I ghiacciai si ritirano e i coralli sbiadiscono. Anche Papa Francesco ha dedicato la sua prima enciclica Laudato sì a questa “crisi ecologica” sostenendo la necessità di “educare a un’alleanza tra umanità e ambiente” e invitando ognuno di noi a «prendere coscienza della necessità di cambiamenti di stili di vita, di produzione e di consumo».

Per riflettere e capire meglio questo tema di grande attualità viene proposta la rassegna “SconfinaMente cinema: ambienti e cambiamenti”, una proposta culturale di Gestione Associata Comuni Alta Val di Sole, Comunità Valle di Sole, Rete di Riserve Alto Noce, MUSE, Biblioteche Val di Sole e con la collaborazione di MMape e Associazione apicoltori Val di Sole Peio e Rabbi.

Sono passati più di dieci anni dall’uscita di An Inconvenient Truth – Una scomoda verità,  film vincitore del premio Oscar 2007 come miglior documentario, che tratta il problema del riscaldamento globale e che vede come protagonista il vicepresidente degli Stati Uniti, Al Gore.
Da allora qualche passo significativo si è fatto per ridurre il problema, anche sulla base di importanti accordi internazionali, che vanno dall’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto del febbraio 2005 fino alla recente Conferenza sui cambiamenti climatici di Marrakech dello scorso autunno (Cop 22) passando per l’Accordo sul clima di Parigi del 2015 (Cop 21).

Il cambiamento climatico ha una dimensione internazionale, ma anche conseguenze locali. Va “mitigato” attraverso la riduzione delle emissioni di CO₂. Cosa stanno facendo le 196 nazioni del mondo per trovare una soluzione? Questi cambiamenti richiedono anche delle azioni di adattamento: lo sviluppo delle energie rinnovabili e l’innalzamento delle temperature possono diventare un’opportunità? Quali sfide ci attendono?

I 4 venerdì di SconfinaMente Cinema cercano di rispondere ad alcune domande attraverso il linguaggio del cinema-documentario e con il supporto della scienza, grazie alla partecipazione di MUSE-Museo della Scienza, che ci aiuterà a capire quali sfide attendono il Trentino e la Val di Sole e qual è lo stato di salute dei nostri ghiacciai.

A proposito di cinema, in questi ultimi anni, sono usciti numerosi film sulla tematica e la scelta finisce per essere inevitabilmente parziale. Ciononostante, crediamo che i tre titoli proposti possano suggerire una panoramica sufficientemente variegata e stimolante su un problema così delicato e complesso.
Si comincia con “Before the Flood”, che vede l’attore Leonardo DiCaprio viaggiare in ogni angolo del mondo incontrando autorità e personaggi illustri per comprendere e spiegare il fenomeno del climate change, le sue attuali conseguenze e i possibili catastrofici scenari futuri, da scongiurare attraverso un’azione decisa, immediata e collettiva, da attuare su scala globale.
A seguire “Un mondo in pericolo”, che non è solo un altro film su quell’evento mediatico ed estremamente attuale che è la moria delle api, ma un bellissimo documentario che racconta della vita sul nostro pianeta, degli uomini e delle api, dello zelo e dell’avidità, dei super organismi e dell’intelligenza collettiva. La proiezione sarà introdotta dagli amici del Mulino Museo dell’Ape e dell’Associazione Apicoltori Solandri.
Alfine, una ‘boccata d’ossigeno’ ci viene offerta dal film documentario “Domani”, il quale ci mostra come sia possibile mettere in campo anche nel nostro piccolo alcune soluzioni e buone pratiche per vivere con meno emissioni e inquinamento e come sia possibile gestire i rifiuti facendo in modo che siano una risorsa e non un problema.
I tre film rappresentano -  crediamo almeno - un valido spunto per aprire un dibattito di riflessione e confronto, che sarà il contenuto della serata conclusiva (31 marzo) della manifestazione di venerdì 31 marzo con l’intervento di DAVID TOMBOLATO (esperto di sostenibilità del MUSE) e una testimonianza di CHRISTIAN BRIDA (Laureato in Fisica con una tesi sulla Valutazione delle forzanti meteo-climatologiche sui ghiacciai trentini).

Per informazioni:

Biblioteca Comunale di Ossana: Tel. 0463.752013; ossana@biblio.infotn.it

Rete di Riserve Alto Noce, reteriserve@comunitavalledisole.tn.it