Ti trovi in:

Home » La comunità » Innovazione » Progetti » Il progetto Trentino in rete

Il progetto Trentino in rete

La digitalizzazione, l’innovazione e la disponibilità di infrastrutture a larga banda sono le leve attraverso le quali promuovere la crescita economica del territorio, restando radicati al proprio tessuto sociale ma proiettati verso il futuro.

L’obiettivo principale della Provincia è quello di trasformare il Trentino nel “territorio dell’innovazione”, posizionandolo come area di eccellenza nel campo dell’ICT.

In un futuro digitale le infrastrutture a larga banda costituiscono l’ossatura del tessuto economico del territorio, per questo motivo la Provincia ha deciso di realizzare unimportante intervento che consenta ai suoi cittadini ed alle sue imprese di non rimanere esclusi dallo sviluppo economico, sociale ed occupazionale derivanti dall’innovazione nelle telecomunicazioni.

Si stima che ogni euro investito nel settore ICT sia in grado di produrre +1,45 € nel PIL della Provinci

Questa presentazione mette a fuoco a che punto siamo e cosa serve, in particolare nel territorio della Comunità della Valle di Sole, per raggiungere gli obiettivi di eccellenza che il sistema trentino si è dato sull’infrastrutturazione per la larga banda.

Per trasformare il Trentino nel territorio dell’innovazione e permettere a tutti i cittadini e le imprese di trarne i benefici, la Provincia sta realizzando un piano a medio-lungo termine basato su 3 step:

  1. Interventi rapidi per il superamento del Digital Divide di 1° generazione, con l’obiettivo di fornire al 100% della popolazione un collegamento con velocità di almeno 2 Mbps
  2. Miglioramento della fruibilità dei servizi per i cittadini, attraverso lo sviluppo di una rete in grado di fornire al 95% della popolazione un collegamento con velocità di fino a 20 Mbps (banda di picco in download)
  3. Realizzazione di una rete di accesso di nuova generazione, che preveda un collegamento in fibra ottica fino in casa dell’utente o al sito dell’impresa (FTTH)

A differenza del resto del territorio della Provincia di Trento, nella Comunità della Valle di Sole è stato possibile sfruttare il tracciato della ferrovia Trento – Malè senza impattare sulla viabilità stradale; restano da collegare il tracciato della ferrovia ai nuclei abitati.

 

TRACCIATO DELLA FERROVIA TRENTO – MALÈ

Esecutore: Convenzione con Trentino Trasporti S.p.A. Stato Lavori: CAVIDOTTI ultimati
POSA FIBRA già avvenuta tra Marilleva 900 e Malè

Riassunto:

Trentino Trasporti S.p.A. all’inizio del 2009 ha sottoscritto con Ansaldo Segnalamento S.p.A. un contratto per la centralizzazione dei passaggi a livello di linea all’interno dell’impianto di sicurezza e segnalamento ACS. Tale opera coinvolge l’intero tracciato della ferrovia Trento Malè.
Poiché il tracciato della ferrovia Trento Malè è stato individuato come ottimale nell’ambito del progetto di realizzazione della larga banda, agli inizi del 2009 è stata sottoscritta una convenzione tra Trentino Network e Trentino Trasporti S.p.A. per poter posare, contestualmente ai lavori già programmati, anche i cavidotti e la fibra ottica.

segue l’intero tracciato ferroviario che da Trento arriva fino al capolinea situato in località Marilleva 900 nel comune di Mezzana.

TRACCIATO MEZZANA -VERMIGLIO
È già stata completata la progettazione definitiva della tratta che dalla stazione di Mezzana raggiunge l’abitato di Vermiglio; in fase di definizione il progetto esecutivo e le procedure per la gara di appalto.

 

SERVIZIO WIRELESS
Indicazioni

  • Gli impianti sono in grado di connettere gli edifici alla rete mediante antenne da collocare sui tetti.
  • Il servizio va richiesto agli operatori accreditati (www.trentinonetwork.it)
  • I privati possono richiedere i sopralluoghi per verificare la copertura chiamando il numero verde 800.22.80.40. Il costo del sopralluogo è a carico della provincia
  • La Provincia tramite Trentino Network può verificare la possibilità di estendere la rete in modo da offrire copertura a piazze e spazi pubblici ad altezza terra. I soli costi della consulenza e progettazione sono a carico della Provincia, mentre i costi di realizzazione restano a carico degli EELL.