Ti trovi in:

Home » Aree tematiche » Edilizia Agevolata e Pubblica » EDILIZIA PUBBLICA » Locazione di alloggio pubblico - L.P. 15/2005

Locazione di alloggio pubblico - L.P. 15/2005

Immagine decorativa

Le domande di locazione alloggio

devono essere presentate

dal 16 SETTEMBRE al 13 DICEMBRE 2019

Requisiti necessari:

  • cittadino italiano o di altro stato appartenente all'Unione Europea;
  • cittadino extracomunitario con regolare permesso di soggiorno o diritto di soggiorno permanente per familiari di cittadino UE oppure titolare di permesso di soggiorno di breve periodo in costanza di lavoro o iscritto nelle liste di collocamento;
  • residenza anagrafica in Italia per almeno 10 anni;
  • residenza anagrafica in un Comune della Provincia di Trento da almeno 3 anni in via continuativa alla data di presentazione della domanda;
  • appartenente ad un nucleo familiare con indicatore ICEF non superiore a 0,23;
  • assenza di titolarità, riconducibile all'intero nucleo familiare, di un diritto esclusivo di proprietà, usufrutto o abitazione su un alloggio adeguato, con riferimento al triennio precedente la presentazione della domanda;
  • assenza di condanna, anche non definitiva, o di applicazione della pena su richiesta delle parti nei casi previsti dall'articolo 3 bis del D.L. 14 agosto 2013, n. 93.

Documentazione necessaria:

  • marca da bollo da € 16,00;
  • copia completa dell’attestazione ICEF 2019 per accesso edilizia pubblica;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione utilizzando il modello disponibile presso l’ufficio relativamente al periodo di residenza anagrafica in Italia, in Provincia di Trento e nel territorio della Comunità della Valle di Sole;
  • autocertificazione anni complessivi di attività lavorativa svolta in Italia (al fine di dichiarare correttamente tale condizione si consiglia di presentarsi con l’estratto conto previdenziale rilasciato dall'ente di previdenza);
  • eventuale copia contratto di lavoro in corso della coniuge o convivente lavoratrice solo in caso di nuclei familiari con presenza di minori;
  • eventuale certificato invalidità;
  • eventuale sentenza di omologa di separazione emessa dalla competente autorità;

Il nucleo familiare al momento della domanda deve necessariamente coincidere con quello risultante dalla certificazione anagrafica del Comune di residenza, salvo alcune eccezioni espressamente previste dalla normativa vigente.

La mancanza di uno dei requisiti comporta l’inammissibilità della domanda. E’ inoltre inammissibile la domanda di locazione alloggio presentata da un richiedente (escluse le persone ultra sessantacinquenni o con un grado di invalidità accertata pari o superiore al 75%) che abbia rifiutato, nei cinque anni precedenti, un alloggio localizzato ad una distanza chilometrica inferiore o pari a 15 chilometri dal Comune indicato in domanda, oppure nel caso in cui il richiedente sia debitore moroso nei confronti di ITEA S.p.A. o nei confronti del quale sia stato adottato un provvedimento di revoca dell’assegnazione o dell’autorizzazione alla locazione per motivi diversi dal superamento della condizione economico-patrimoniale e dall'abbandono dell’alloggio.

I requisiti devono essere posseduti sia alla data di presentazione della domanda, che al momento della comunicazione della disponibilità dell’alloggio. Non causa la decadenza della domanda la variazione anagrafica del nucleo familiare intervenuta dopo la presentazione e fino alla comunicazione della disponibilità dell’alloggio – purché permangano i requisiti – in caso di morte di un componente, nascita di figli dei componenti il nucleo familiare, inclusione od esclusione del coniuge, convivente more uxorio del richiedente o di figli degli stessi.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?